Tano è stato abbandonato in un bosco quando aveva poco più di 2 anni, non sappiamo quando tempo sia stato lì ma, quando è stato trovato, era in uno stato terribile: gravemente malnutrito, con un’infezione alle orecchie e un’estesa dermatite.

Da quel giorno, ogni tentativo di ritrovare la sua famiglia è stato inutile. Tano era troppo piccolo, non era in grado di darci nessun dettaglio e chi lo ha abbandonato, non ha lasciato alcuna traccia. Per queste ragioni, sta crescendo in una delle nostre famiglie affidatarie. Nella fotografia, è tra le braccia della sua mamma affidataria. 

Tano è sopravvissuto, nonostante lo stato precario al suo arrivo e nonostante abbia l’AIDS. Il sostegno emotivo insieme alle cure mediche e all’alimentazione bilanciata che gli garantiamo, lo hanno aiutato a rimettersi e a superare i traumi del passato.

È un bambino curioso e intelligente, gli piace andare a scuola e ama leggere i libri di favole, passerebbe giornate intere immerso in quelle storie fantastiche. Ora, il nostro desiderio più grande è che Tano possa diventare grande e perché ciò si avveri, avrà bisogno del nostro aiuto: unisciti a noi!

Iscriviti alla newsletter